La scuola col sorriso.

 

 

 

Il coordinatore della sezione ospedaliera dell’istituto comprensivo (presso il polo oncologico “Giovanni Paolo II” ed il reparto di pediatria dell’ospedale “V Fazzi”), Fabio Manni, racconta al quotidiano “Avvenire” l’intervento educativo e didattico, mediato con quello dei medici e del personale sanitario, nonché con quello dei docenti delle varie scuole di provenienza dei piccoli allievi-pazienti.  La presenza e il sostegno degli insegnanti nel percorso terapeutico dei bambini che necessitano di cure specifiche, spesso lunghe e impegnative, è fondamentale non solo per il recupero fisico, ma anche per quello psicologico e relazionale.

 

L’articolo e, in particolare, le interviste, rivolte anche a diversi altri responsabili delle sezioni ospedaliere italiane, offrono una panoramica puntuale e incoraggiante della scuola in ospedale a livello nazionale, ripercorrendone la storia e fornendo dati aggiornati.

Per leggere oltre, cliccare su questo link: Scuola in ospedale, diventare grandi imparando a vivere (Graziella Melina)

Go to top